domenica 6 luglio 2014

"The Selection" di Kiera Cass - Recensione

Forse vi farete qualche risata.

35 ragazze, 1 corona.
La competizione di una vita.


Titolo: The Selection (The Selection #1)
Titolo originale: The Selection
Autore: Kiera Cass
Pagine: 299
Prezzo: €17.90/€9.90 (rilegato/brossura)
Traduttore: Anna Carbone
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Collana: Pickwick

Trama:
In un futuro lontano, in un Paese devastato dalla guerra e dalla fame, l'erede al trono seleziona la propria moglie grazie a un reality show spettacolare. Per molte ragazze la Selezione è l'occasione di una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di miseria e sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa in un Palazzo che non conosce. Perdendo così l'unica persona che abbia mai amato, il coraggioso e irrequieto Aspen. Poi però America conosce il Principe Maxon e le cose si complicano. Perché Maxon è affascinante, dolce e premuroso. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare...

Recensione:
Pur avendo letto molte recensioni non proprio positive, The Selection mi ha sempre attirata. La ragazza sulla copertina mi diceva "Leggimi...leggimi!"...perciò ho voluto dare a questo romanzo una possibilità. Ho fatto bene? Mh, non saprei: sicuramente mi aspettavo molto di più.


La storia si svolge alla fine delle quarta guerra mondiale. America Singer è una Cinque (la popolazione è divisa in caste: più il numero della casta è basso più essa è alta): è una ragazza dai bei capelli rossi che adora cantare; va a scuola, si occupa della sua famiglia e, di nascosto, si incontra con Aspen, il suo fidanzato, un Sei.
Ad America piace la sua vita, l'unico problema sono i soldi, che nelle caste più basse scarseggiano: per procurarseli decide di iscriversi ad una specie di reality, creato appositamente per il principe Maxon, che deve trovare moglie. 
Sono tantissime le ragazze che si iscrivono alla Selezione, ma solo in 35 riescono a passare e ad entrare a palazzo per continuare la gara.
America viene selezionata e successivamente fa la conoscenza del principe, che si dimostra ben diverso da come si presenta davanti alle telecamere; i suoi sentimenti per Aspen cominciano a vacillare: possibile che Maxon sappia farla sentire così amata e protetta? 

Leggendo la trama di The Selection ci si aspetta, ovviamente, di trovare 35 ragazze agguerrite, pronte a "combattere" per il cuore del principe Maxon (o per la sua corona?). Immaginatevi 35 oche. Quelle bianche, che fanno quel verso stridulo: vi presento le selezionate xD no davvero, la maggior parte di loro mi ha proprio fatto pensare ad un branco di pennuti assassini: c'è chi versa il vino sulle altre, chi strappa vestiti a destra e a manca, chi spettegola. Poi ci sono le oche tranquille, quelle che si mettono in un angolino a piagnucolare, quelle imbambolate e quelle che sonnecchiano in piedi sulle loro zampette palmate. Tutto ciò tra interviste, servizi fotografici, prove di trucco, abiti scintillanti e pranzi suntuosi.
Sono cattiva? Naah, questo è quello che ho visto io in queste assurde ragazze. Ok, qualcuna si salva, ma per il rotto della cuffia.
Parlando proprio della protagonista, America Singer, non mi ha colpita per niente. Di solito i protagonisti dei libri mi entrano sempre nel cuore (o almeno vi si avvicinano). Beh in questo caso no.
Ho trovato America infantile e superficiale. Come tutto il romanzo d'altronde. Confermo questo stesso giudizio anche per le altre selezionate e per Aspen, il "grande amore" di America: lui, in particolar modo, l'ho detestato.
L'unico personaggio che forse si salva un pò è proprio Maxon, una persona buona, costretta a mostrarsi diversa da come è realmente a causa del suo ruolo di principe. Oddio, mi ha dato l'impressione di un povero depresso, ma mi ha fatto tenerezza. Un fragile principe in mezzo a delle perfide oche. Davvero, mi dispiace per lui: inoltre il suo rapporto con America mi è sembrato frammentario e vacillante. Povero ragazzo.
Poi: passiamo alla narrazione, alla parte con l'avventura, con l'azione. Azione? Dove sei? *guarda nei cassetti e sotto il letto* 
Ah, non c'è. Ovvero, dovrebbe esserci, ma le scene...come dire...in cui dovrebbe succedere qualcosa di importante, che dia beneficio e un po di movimento alla storia...sono così scontate ed inutili che appunto sono...inutili xD

Infine vorrei dire qualche parola sullo stile di scrittura della Cass: l'ho trovato alquanto banale, ma almeno scorrevole. Però vorrei precisare che il libro è narrato in prima persona da America e ineffetti solo le parti in cui lei fa dei ragionamenti o parla con se stessa mi hanno lasciato l'amaro in bocca, mentre le parti di narrazione erano scorrevoli. Quindi deduco che il problema tecnicamente sia della protagonista e non della Cass. Però è la Cass che si trova nella testa di America. Ma è America che guida il cuore e la penna della Cass. I misteri della scrittura xD


Per concludere, The Selection mi ha delusa molto (forse è anche per questo che sono stata cattiva nella recensione xD): perosonaggi superficiali e storia noiosa, salvata (?) solo da uno stile scorrevole. L'idea era buona, ma non è stata sviluppata bene... Non me la sento di sconsigliarlo del tutto, in fondo i gusti sono gusti...magari è adatto per chi vuole una lettura molto leggera, ricca di atmosfere scintillanti, principi e future principesse. So che il seguito, The Elite, è gia uscito in Italia, ma sinceramente preferisco fare come ho fatto con The Selection: aspettare che venga pubblicata l'edizione della Pickwick, di €9.90, in brossura.

VOTO:


COVER: 9/10
La trovo bellissima, troppo, data (a mio parere) la qualità del romanzo. Il vestito della ragazza in copertina è stupendo, le sta d'incanto e invoglia a leggere il libro. E io ci sono cascata.

CANZONE CONSIGLIATA:
- Love Story, Taylor Swift

17 commenti:

  1. A me non ha mai ispirato gran chè e dalla tua recensione trovo conferma che non è un libro che fa per me. In ogni caso mi hai fatto divertire con questa recensione, forse sarà brutto da dire, ma recensire i libri che ci deludono da un certo punto di vista è divertente. Io credo di non essermi mai divertita così tanto a recensire come quando ho recensito Obsidian xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah è vero, scrivere recensioni negative è proprio divertente xP ahah ricordo bene il tuo parere su Obisdian :')
      Tornando a The Selection (e conoscendo i tuoi gusti) te lo sconsiglio vivamente!!

      Elimina
  2. Due stelline e mezzo? Q-Q uhhh... nuuu! Ma almeno mi sono fatte un po' di risate grazie alla tua recensione ^^ La cover prima o poi mi trarrà in inganno anche a me. Sono sicura :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah purtroppo mi ha davvero delusa! La cover trae in inganno...ma chissà, forse potrebbe piacerti se cerchi una lettura molto leggera!!

      Elimina
  3. Non sento parlare molto bene di questa serie e non mi ha mai nemmeno ispirato, quindi.. Wishlist salvissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parer mio non ti perdi niente xD

      Elimina
  4. Ciao carissima Sheryl un bacione e grazie per essere una costante visitatrice del Rifugio.
    Oggi sono proprio di corsa - passo un'altra volta volevo solo augurati Buona giornata e migliore settimana appena iniziata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Arwen <3 sei gentilissima!! Buona settimana anche a te ^^

      Elimina
  5. In realtà sebbene non avessi mai letto la trama con attenzione non mi ha mai attratta particolarmente . E meno male ! Credo che la tua recensione mi terrà alla larga da quel libro :D
    Comunque bella recensione ! Ahahah delle oche xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sottolineo, delle oche ASSASSINE xD le ho detestate!! >.<
      Non so, conoscendoti credo che non ti piacerebbe!
      Grazie mille ahah xD

      Elimina
  6. Ciao! Sono riuscita a passare finalmente!
    Questo libro non mi ispirava, perché ho sentito solo pareri simili al tuo: personaggi superficiali, trama mal sviluppata, ecc.
    Certo, la parte delle oche mi mancava ahahah
    La cover è davvero davvero bella, chissà forse ingannerà anche me prima o poi (ma non credo).
    p.s.: alla protagonista piace cantare e si chiama Singer di cognome?? Sul serio? Non leggerei il libro anche solo per questo, forse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per essere passata ^^
      Mi è dispiaciuto dare un voto basso, perché mi aspettavo molto di più...ahaha le oche xD purtroppo è proprio quello che mi sono sembrate!!
      Eh si, la copertina è magnifica *-*
      Ahah anch'io sono rimasta sconvolta leggendo il cognome di America xD inoltre lei suona anche diversi strumenti, quindi è proprio una muscisita affermata :')

      Elimina
  7. Ahahahahah mi hai fatta morire! ;)
    Bella recensione!
    Qualche tempo fa avevo visto la video recensione sul canale di Ilenia Zodiaco e da lì ho deciso che non questo libro non lo toccherò nemmeno!!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah sono contenta che la recensione ci sia piaciuta xD guarda, lo ripeto, se hai voglia di una lettura molto leggera o di un libro da leggere velocemente, magari per staccare un po dai libri impegnativi, potresti farci un pensierino...ma conosco molti altri libri semplici e leggeri che valgono (a parer mio) molto di più!!

      Elimina
    2. *Vi sia piaciuta, pardon

      Elimina
  8. Ti dirò Sheryl francamente non spenderei dei soldi per un libro come questo. Certo poi i gusti sono gusti ......
    magari invece a qulcun'altro piaceròà molto !
    Buon fine settimana in arrivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che ho detto anch'io ^^ a me non è piaciuto molto, ma magari se si è in cerca di qualcosa di semplice e leggero potrebbe andar bene!
      Buon fine settimana anche a te

      Elimina