mercoledì 2 luglio 2014

"Hybrid. Quel che resta di me", di Kat Zhang - Recensione

Non dovrei più esistere.
Ma sono ancora qui...


Titolo: Hybrid. Quel che resta di me (The Hybrid Chronicles #1)
Titolo originale: What's Left of Me
Autore: Kat Zhang
Pagine: 411
Prezzo: €14.50
Traduttore: Carla De Caro
Casa Editrice: Giunti
Collana: Y

Trama:
In un mondo alternativo, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l'anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell'infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un'aberrazione da correggere. Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l'altra parte di sé: come due vere sorelle, si amano, si proteggono, ma possono anche diventare gelose l'una dell'altra. Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l'esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto.

Recensione:
Per il mio compleanno mi avevano regalato dei buoni sconto per la Giunti: entrata in libreria mi sono aggirata tra gli scaffali per non so quanto tempo, in cerca del libro perfetto da acquistare. Tra i tanti romanzi, ho scorto Hybrid in un angolino; ne avevo già sentito parlare e dopo aver riletto la trama (molto particolare), ho pensato che fosse il momento giusto per dargli una possibilità.
Non so perchè, le mie aspettative non erano molto alte, ma Hybrid si è rivelato un libro diverso, nuovo. Mi ha piacevolmente sorpresa.


Nella società distopica in cui è ambientato Hybrid, tutte le persone nascono con due anime: durante l'infanzia (con la crescita) una delle due prende il sopravvento sull'altra, che scompare; il mantenimento di entrambe le anime è illegale.
Addie ha 16 anni, ma in lei vive ancora la sua seconda anima, Eva. Nessuno è a conoscenza del loro segreto, ma le due ragazze vivono con la costante paura di essere scoperte: quando ciò accade, la loro vita cambia per sempre. Le due sorelle vengono portate in una clinica per Ibridi dove vengono sottoposte ad esperimenti e dove avranno modo di scoprire di più su loro stesse.

Che libro cari blogger!! C'è molto di cui parlare, ma comincio con l'elogiare la bravissima Kat Zhang, che ha saputo narrare perfettamente le vicende: credo sia stato molto complicato, dato che Addie ha il controllo "fisico" del corpo mentre Eva agisce solo mentalmente (ed è anche la voce narrante del romanzo). Insomma, lo stile narrativo è molto particolare, dato che vengono descritte le azioni e i pensieri di due persone contemporaneamente; all'inizio infatti ho faticato a leggere con scioltezza, perchè mi dovevo soffermare su ogni singola frase per capirne bene il senso, ma dopo i primi capitoli la narrazione ha cominciato ad ingranare ed io mi sono abituata.
Parlando delle due protagoniste, ho adorato Eva, dolce ma combattiva, giusta e comprensiva: ha sempre agito nel bene di sua sorella e non ha mai pensato solo per se stessa; inoltre è lei la vera vittima, è lei che è intrappolata nel suo stesso corpo, senza potersi muovere, senza poter esprimere il proprio parere davanti agli altri. In alcuni punti invece ho detestato Addie, spesso insensibile ed egoista...però ho cercato di mettermi nei suoi panni, e ineffetti sono riuscita in parte a capire le sue reazioni.
Mi sono abbastanza piaciuti anche gli altri personaggi, come Rayan, Devon, Lissa, Hally, la Dottoressa Lyanne e gli altri ragazzi della clinica. E qui arriva l'unica pecca del romanzo: i personaggi (ad esclusione di Eva ed Addie) non sono caratterizzati bene. Non so, io non riuscivo quasi a distinguerli!! Solo grazie ai loro nomi riuscivo a farmi un'idea di chi stava parlando in quel momento. Spero che il problema sia stato risolto nei seguiti della trilogia (a proposito, qualcuno sa quando usciranno in Italia?).

Ho apprezzato molto i temi trattati, quali la discriminazione, l'amicizia, il coraggio e anche un pizzico d'amore. Sono molto soddisfatta anche del finale, che mi è piacuto e non mi ha lasciata con l'amaro in bocca.



Ma seriamente, v'immaginate essere rinchiusi nel vostro corpo senza poter interagire con il mondo esterno? Senza mostrarvi, perchè siete Ibridi, rifiuti della società?
Idea originale, consiglio questo romanzo a tutti, ma soprattutto a chi ha voglia di un distopico particolare.


VOTO:


 COVER: 7/10
Carina, mi piace la ragazza "sconvolta" in copertina (che io personalmente associo più ad Addie), ma preferisco la cover originale, più naturale e più particolare (e più bella xD).

CANZONE CONSIGLIATA:
- What's Left of Me, Nick Lachey

10 commenti:

  1. La trama mi attira moltissimo . Voglio leggerlo *-*
    Nuovo blog :http://parade-mcr-black.blogspot.it/
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È molto bello, te lo consiglio ^^
      Siiii finalmente sei tornata *-*

      Elimina
  2. Sono contenta che ti sia piaciuto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono molto contenta anche io ^^

      Elimina
  3. Mi attira molto, però mi frena il fatto che il seguito non è ancora stato pubblicato ahha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un vero peccato infatti :( però non gettiamo la spugna, c'è ancora tempo!!

      Elimina
  4. è nella mia mega listona da una vita! Ma non perdo le speranze, prima o poi ce la farò a leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, è davvero una lettura fresca, nuova ^^

      Elimina
  5. Non sembra male questa storia ......
    Il problema è che ogni volta che compri un libro poi te ne toccano altri 3 o 4 con il seguito della storia. Questa sembra carina
    Grazie per essere passata da me al Rifugio
    Un bacione Sheryl Buon Fine Settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è un po un problema :/ però è proprio un bel libro, te lo consiglio.
      Grazie a te ^^ un abbraccio <3

      Elimina